Il progetto di diffusione AIACE (Attività Integrate per Abitazioni Confortevoli ed Efficienti)

0
289

È online il sistema interattivo AIACE (Attività Integrate per Abitazioni Confortevoli ed Efficienti) realizzato per diffondere la cultura dell’efficienza energetica negli edifici e delle buone pratiche di risparmio energetico: https://efficienzaenergeticarse.it/aiace/

Il sistema interattivo AIACE, tramite la navigazione virtuale in un edificio 3D e video esplicativi, permette di visualizzare e ricevere informazioni di dettaglio sulle esperienze effettuate da RSE presso il proprio Laboratorio EffE. All’interno della casa virtuale si possono osservare varie tecnologie efficienti utilizzabili nelle abitazioni, come funzionano e quali sono le loro caratteristiche e prestazioni. In questo modo un utente può acquisire maggiore consapevolezza del valore economico e ambientale del risparmio energetico domestico e immaginare di applicare le soluzioni proposte alla propria casa, superando i dubbi e la confusione “del non sapere che cosa fare”.

Nella precedente figura è rappresentata l’immagine che appare accedendo al sito. In particolare, il video a sinistra presenta il progetto AIACE e quello a destra il laboratorio EffE con dettagli sulle esperienze effettuate nello stesso.

Entrando nella casa l’utente ha la possibilità di spostarsi tramite una navigazione immersiva al suo interno e cliccando su un pallino bianco selezionare oggetti raffiguranti interessanti tecnologie, sperimentate nel Laboratorio EffE, aprendo finestre che ne forniscono informazioni tecniche e sperimentali.

I temi trattati sono quelli mostrati in Figura 1, presentati con livelli di approfondimento diversi in funzione della loro importanza e delle sperimentazioni effettuate da RSE.  Sono presenti anche video esplicativi per i temi: la Pompa di calore, il sistema di gestione dell’energia SEM, il sistema di climatizzazione Sincler.

Figura 1 -Temi presentati nel sito interattivo

 

Figura 2 – Alcuni fotogrammi tratti dal video sul tema “Sistema di gestione dell’energia” (SEM)

 

Questo lavoro è stato finanziato dal Fondo di Ricerca per il Sistema Elettrico in ottemperanza al Decreto del Ministro dello Sviluppo Economico 16 aprile 2018

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome